Skip to main content

DENOMINAZIONE DOP

denominazione DOP

Sempre più spesso si sente parlare di marchio DOP, sia riferito ai prodotti alimentari che riferito ai vini piuttosto che bevande alcoliche. Se fino ad oggi non hai mai approfondito l’argomento, non ti preoccupare, perché una volta terminato di leggere l’articolo avrai le idee molto più chiare riguardo a questa denominazione. 

COSA SIGNIFICA DOP

DOP è l’acronimo di Denominazione di Origine Protetta. Probabilmente tra la grande varietà di marchi esistenti, costituisce quello più conosciuto poiché lo si vede spesso su differenti tipologie di prodotti sia da mangiare che da bere. 

Il marchio DOP nasce nel 1992 con l’emanazione del Regolamento CEE 2081/92 da parte della Comunità Europea. Inizialmente, questo marchio poteva essere riconosciuto solo per i prodotti agroalimentari, escludendo dunque i vini e le bevande alcoliche. Solo successivamente, nel 2011, è stata apportata una modifica al regolamento che introduce la possibilità di riconoscere il marchio DOP anche ai vini e alle bevande alcoliche. 

Ma che cosa indica questo marchio? 

Il regolamento CEE 510/2006 all’articolo 2 comma 2 definisce:

“ «denominazione d’origine», il nome di una regione, di un luogo determinato o, in casi eccezionali, di un paese che serve a designare un prodotto agricolo o alimentare: 

  • originario di tale regione, di tale luogo determinato o di tale paese; 
  • la cui qualità o le cui caratteristiche sono dovute essenzialmente o esclusivamente ad un particolare ambiente geografico, inclusi i fattori naturali e umani; e 
  • la cui produzione, trasformazione e elaborazione avvengono nella zona geografica delimitata”

Dunque, possiamo dire che il marchio DOP indica la provenienza del prodotto da una determinata località geografica, e per questo motivo è possibile riconoscergli delle caratteristiche peculiari e tipiche derivanti proprio dal territorio stesso.

I prodotti che possiedono tale certificazione sicuramente sono caratterizzati da un forte  vantaggio competitivo sul mercato, poiché essa conferisce una garanzia per il consumatore, sicuro di acquistare e conseguentemente consumare un prodotto la cui provenienza è assicurata appunto dal marchio.

I FORMAGGI DOP

In Italia ad oggi abbiamo 165 prodotti DOP, suddivisi in differenti categorie tra cui formaggi, vini, oli, carni e pesci. Tuttavia, la categoria più consistente è proprio quella dei formaggi che conta 50 tipologie diverse.

Ogni categoria ha un suo disciplinare preciso da rispettare. In particolare, quello dei formaggi prevede che:

  • nel primo articolo devono essere riportati il nome del prodotto e la zona di provenienza;
  • nel secondo articolo vengono descritte le caratteristiche proprie del prodotto, sia chimico-fisiche che organolettiche;
  • infine, deve essere riportato il logo proprio del formaggio.

Tra i formaggi DOP più famosi ricordiamo: il Parmigiano Reggiano, il Grana Padano, il Gorgonzola, il Pecorino romano, l’Asiago, il Bitto ed il Taleggio. Ma appunto la lista in realtà è molto lunga.

IL MONTASIO DOP

Il Montasio rientra tra i prodotti con denominazione DOP in Italia. Infatti, è un prodotto tipico della regione Friuli Venezia Giulia e prende il suo nome dall’altopiano del Montasio. 

Il disciplinare di produzione è molto dettagliato e prevede caratteristiche specifiche da rispettare. 

A seconda della stagionatura è possibile distinguere tra 4 tipologie differenti di Montasio DOP

Ognuno di essi ha un suo sapore e delle sue peculiarità. Il Fresco ha un sapore morbido e delicato, che ricorda il latte. Il Mezzano comincia ad essere più pieno e deciso. Lo Stagionato presenta delle note piccanti e aromatiche, ma senza eccessi. Infine, lo Stravecchio è il più deciso fra tutti. 

alpeggio mucche a malga montasioIn particolare, il nostro Montasio DOP ha due valori aggiunti: è biologico ed è prodotto con Latte Fieno stg. Ciò significa che il latte con cui viene prodotto ha ottime proprietà nutrizionali. Infatti, il latte da fieno ha un maggior contenuto di acidi grassi omega-3 e un minor rischio di contaminazione da spore batteriche rispetto a quello tradizionale.

In più, la produzione di latte fieno è maggiormente eco-sostenibile rispetto alla produzione del latte tradizionale. Infatti, le mucche sono alimentate unicamente da erba fresca e naturale, senza l’utilizzo di pesticidi ed erbicidi, ciò aumenta la fertilità del suolo. 

COME USARLO IN CUCINA

montasio DOP fresco latte fienoIl nostro Montasio si adatta a tantissime tipologie di preparazioni in cucina. Lo puoi usare dall’antipasto al dolce. All’interno di un tagliere a base di salumi e formaggi, per mantecare un risotto filante oppure da abbinare al cioccolato in un dolce soffice e gustoso. 

Infine, è utilizzato soprattutto per la preparazione del Frico, piatto storico della tradizione friulana. Puoi trovare la ricetta all’interno del nostro sito!😀

Carrello0
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
0

Iscriviti alla newsletter per ricevere il buono sconto sul tuo primo acquisto!